FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA D’ARTE

PREMIO LE MURA D’ORO

IX EDIZIONE BERGAMO, PIAZZA MASCHERONI

festival del cinemaIl settimo appuntamento con la nona edizione del Festival Internazionale del Cinema d’Arte ha affrontato un tema particolare, spesso poco conosciuto anche agli addetti ai lavori: il restauro. Un’intera serata dedicata agli “Artigiani del cinema”, un argomento profondo che ha offerto uno sguardo su un mondo poco esplorato ma molto affasciante: un’indagine dietro le quinte, su un’arte che ha permesso il salvataggio di importanti capolavori del passato. Ospiti della serata il Direttore generale della Fondazione Cineteca Italiana Matteo Pavesi, Roberto Della Torre responsabile archivio della Fondazione, Mario Sesti, curatore La sezione l’Altro cinema – Extra del Festival Internazionale del Film di Roma e Simone Massi, autore e disegnatore di cortometraggi e film d’animazione.

Il restauro è infatti uno dei cuori pulsanti dell’attività di Cineteca Italiana che, ad oggi, conta nei propri archivi più di 20.000 pellicole salvate dall’inevitabile disfacimento causato dal tempo. È un’attività che valorizza la ricerca del passato, il restauro non è solo tecnica digitale, ma fermare e studiare qualcosa che andrebbe perso, un tema non solo tecnologico ma di sensibilità culturale. Sesti: “Il restauro è un’operazione archivistica e filologica. Andrebbe fatto spesso perché il cinema è fondato su materiali precari”. A seguire è stato anche proiettato un estrapolato di un documentario dal titolo “Piccolo Giotto e Giganti” che testimonia l’importanza di questo lavoro di recupero (documentario che si trova ora al Moma di New York) .

Grazie ai processi di recupero e conservazione delle pellicole cinematografiche è stato possibile riproporre molti capolavori del passato, come la Trilogia rossiniana, proiettato nella serata, realizzata dal grande pittore, scenografo, costumista e autore di disegni animati Emanuele Luzzati in collaborazione con Giulio Gianini, altro importante nome dell’animazione italiana. La Trilogia rossiniana comprende i tre corti L’italiana In Algeri (1968), e i nominati al Premio Oscar Pulcinella (1973) e La gazza ladra (1964).

Nel corso della serata sono stati proiettati alcuni corti di Simone Massi che ha collaborato con la Fondazione per la pubblicazione del libro “Poesia Bianca. Il cinema di Simone Massi”: egli rappresenta il vero artigiano del cinema, lavora in modo tradizionale con carta e matita, “alla vecchia maniera”, il suo lavoro consiste nel disegno minuzioso di tavole a mano, “un minuto di animazione sono circa 600 disegni” racconta, i suoi tempi di produzione sono particolarmente lunghi ma i risultati finali sorprendenti. Abbiamo potutto ammirare Io so chi sono, Piccola mare, La memoria dei cani, alcuni dei suoi film, delle vere e proprie poesie per immagini in cui a una riflessione sulla Storia, lo scorrere del tempo, la vita e le tradizioni contadine si intrecciano interrogativi sull’identità, la memoria e il ricordo personale. Le sue storie, fatte di immagini, musica e parole, sono sostenute da uno stile semplice ma espressivo, il cui tratto è deciso e incompiuto allo stesso tempo.

La serata è poi proseguita con la proiezione di alcuni film in concorso.Il primo è stato “Argentino Vargas” di Federico Sosa, Argentino Vargas (38 anni) è un esperto boxeur, rispettato per il suo passato glorioso ora è considerato un vecchio pugile pronto per la pensione. Per un addio glorioso decide di cimentarsi in un ultimo incotro e paga il suo avversario per lasciarlo vincere: tutto cambia quando il suo “rivale” si accorge che tra il pubblico c’è uno dei suoi più famosi manager del pugilato amatoriale. A seguire è stato proiettato “Rudi’s Lexicon” di Nedeljko Dragic, un film che tratta 365 vocaboli in 365 film di un minuto e mezzo ciascuno, attraverso la visione artistica di un caricaturista, regista e animatore che fu nominato agli oscar nel 1973. Ogni parola è tratttata in modo divertente e sorprendente. “Vita privata di Leonardo da Vinci” di Luigi Giuliano Ceccarelli è l’ultimo film proietato in serata; una ricostruzione storica, in comune, in forma di fiction, per raccontare il profilo del genio toscano nella vita quotidiana, alle prese con i problemi più banali e mostrando aspetti inediti del suo carattere, curiosità, aneddoti.

Sabato 24 luglio, ore 21, sarà la serata finale della Nona Edizione del Festival Internazionale del Cinema d’Arte. Nel corso della serata presentata da Luca Viscardi verranno premiati i sei film vincitori dei film in concorso per le sezioni “Cinema d’Arte” e “Sottoventi”. Verranno assegnati il primo premio per ogni categoria e alcuni premi speciali al miglior soggetto, miglior personaggio, miglior regia e originalità del soggetto.

Al termine delle premiazioni salirà sul palco per l’assegnazione di un award alla carriera Philippe Leroy. Un riconoscimento che vuole rendere omaggio alle sue qualità di interprete, per la grande versatilità e adattabilità a vari tipi di film (dal cinema di genere, come il western e il poliziesco, al cinema d’autore) e a vari ruoli che lo contraddistinguono. Dotato di una grande capacità espressiva e di un fisico atletico, lo troviamo alternativamente in ruoli positivi o negativi, come attore di primo piano o secondario, ma sempre incisivo nella trama e nella recitazione. Un attore che riesce a interpretare il cinema in tutte le sue forme: dal lungometraggio, allo sceneggiato televisivo, al cortometraggio, come il recente Il grande forse, che verrà proiettato nel corso della serata.

LA SERATA AVRA’ INIZIO ALLE ORE 21.00

INGRESSO GRATUITO

In caso di pioggia, le proiezioni si terranno presso il cineteatro del seminarino, in via Tassis, 12 – Bergamo.

Il FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA D’ARTE è realizzato con il sostegno di Camera di Commercio di Bergamo, Credito Bergamasco e Fondazione Credito Bergamasco, con il patrocinio e il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per il Cinema, Regione Lombardia – Assessorato alle Culture Identità e Autonomie della Lombardia, Provincia di Bergamo – Assessorato alla Cultura, Spettacolo, Identità e Tradizioni, Fondazione Comunità Bergamasca e con il patrocinio di Senato della Repubblica, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero degli Affari Esteri, Ministero della Gioventù, Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, Commissione Europea Rappresentanza Milano, Comune di Bergamo, Consolato generale di Svizzera, Istituto Commercio estero – ICE, Lombardia Film Commission, Università di Bergamo, Touring Club Italiano, FICE – Federazione Italiana Cinema d’Essai, L’Eco di Bergamo, Associazione Generale Italiana dello Spettacolo – AGIS, Associazione nazionale Costruttori Edili – ANCE, Art Directors Club Italiano – ADCI, Turismo Bergamo, Festival of Festivals.

Per informazioni o materiale aggiuntivo, potete contattare:

Maria Elena Baroni – Relazioni esterne

ufficiorelazioni@teamitalia.com

035 237323

Post date: Topics:
giovanni presutti, dependency

Attraversando nuove stanze Armando Fanelli – Ping Li – Giovanni Presutti cura e testo Dario Ciferri artisti selezionati nell’ambito del circuito Inaugurazione domenica 3 febbraio alle 18.00 presso la Galleria Marconi INGRESSO LIBERO La mostra termina il 24 marzo Domenica 3 febbraio la Galleria Marconi di Cupra Marittima e Marche Centro d’Arte, Read more…

Foto Mirella Freni con i suoi allievi

Mirella Freni ospite di Invito all’opera Si terrà Sabato 26 gennaio alle 17 presso il Ridotto del Teatro Comunale Luciano Pavarotti il consueto appuntamento della rassegna Invito all’Opera, realizzata in collaborazione con gli Amici dei Teatri Modenesi in occasione dei titoli della stagione lirica. Ospite d’eccezione dell’incontro sarà Mirella Freni, Read more…

Il pianista Russo Grigory Sokolov in concerto al Teatro Comunale di Modena

Il pianista Russo Grigory Sokolov in concerto al Teatro Comunale di Modena Prosegue venerdì 25 gennaio 2013 alle 21 la stagione Concertistica della Fondazione Teatro Comunale di Modena con un recital solistico di Grigory Sokolov, fra i più apprezzati pianisti a livello internazionale. Già applaudito dal pubblico del Comunale a Read more…

Bardonecchia neve 21 gennaio

Bardonecchia gli appuntamenti del fine settimana 26 gennaio  CIASPOLATA IN NOTTURAN IN VALLE STRETTA BARDONECCHIA – Dopo le nevicate che hanno contraddistinto lo scorso weekend, Bardonecchia si appresta a vivere un altro fine settimana all’insegna dello sci, sport e divertimento. Gli appassionati di racchette da neve non possono lasciarsi sfuggire Read more…

RACCHETTINVALLE 2013 L’edizione 2013 di Racchettinvalle si terrà il 3 febbraio a Sestriere. Questa è la decisione presa dagli organizzatori di Racchettinvalle, storicamente ospitata a Pragelato. “Purtroppo non si è trovata una soluzione di equilibrio a livello economico – spiega il sindaco Gianni Arolfo – per quello che a Pragelato Read more…

grease musical al teatro comunale di modena

Due date del musical Grease al Teatro Comunale di Modena Va in scena al Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena, martedì 22 e mercoledì 23 gennaio alle ore 20, Grease, celebre musical che negli anni Settanta registrò il record di maggior durata nella storia dei teatri di Broadway e da Read more…

Rusalka al San Carlo

Rusalka, una sirena ambientalista Schweigkofler rilegge la favola di Dvo?ák tra videoproiezioni e costumi green firmati da Mateja Benedetti Prima rappresentazione del titolo al San Carlo Sabato 19 gennaio 2013, ore 20.30 – Teatro di San Carlo Sabato 19 gennaio alle ore 20.30, debutta al Teatro di San Carlo il Read more…

Quintetto di fiati Prestige al Piccolo Regio

Un “prestigioso” inizio con il Quintetto di fiati Piccolo Regio Puccini, domenica 20 gennaio 2013 ore 11 Domenica 20 gennaio alle ore 11, con il Quintetto Prestige sul palco del Piccolo Regio hainizio il 2013 degli aperitivo; in programma, celebri musiche sinfoniche e operistiche arrangiate per quintetto di fiati. Il Read more…

Torna al Teatro Regio La boheme

LA BOHÈME Il capolavoro di Puccini nella fortunata versione Made in Regio che ha fatto il giro del mondo Dal 19 al 29 gennaio – in contemporanea ad Andrea Chénier di Umberto Giordano – torna al Teatro Regio La bohème di Giacomo Puccini, per quattro recite fuori abbonamento pensate per Read more…

Die Walküre di Richard Wagner Titolo inaugurale Stagione 2013

Die Walküre di Richard Wagner Titolo inaugurale Stagione 2013 Teatro del Maggio Musicale Fiorentino “Winterstürme wichen Dem Wonnemond, in mildem Lichte leuchtet der Lenz; “ “Le bufere invernali vennero meno alla voluttuosa luna, in blanda luce  splende la primavera;” SIEGMUND, Die Walküre, atto I Teatro Comunale venerdì 18 gennaio, ore Read more…

Madeinitaly.tv è un progetto di ITG Srl · © 2014 - Informativa sulla Privacy - Log in